PERLUSTRAZIONI IL CORPO DELLA POVERA FRANCESCA NON SI TROVA Ultime ricerche su indicazione dei sensitivi

Data: 
2014-11-04T00:00:00
Giornale: 

L’HANNO cercata per mesi e mesi. Le ultime battute di perlustrazioni sono state effettuate nella prima settimana di ottobre scorso, a seguito di un supplemento d’ indagini. Senza esito, purtroppo. Il cadavere di Francesca Benetti non si trova. Da quella mattina del 4 novembre 2013, di lei non c’è più traccia. Non è stata rinvenuta la sua borsa, non sono stati recuperati i telefoni cellulari. Solo l’auto, una Opel Corsa è stata trovata parcheggiata alla stazione ferroviaria di Follonica, il 5 novembre dello scorso anno. Un depistaggio, secondo gli investigatori, architettato dal suo assassino per fare credere a un allontanamento volontario della donna. Un’ipotesi in realtà mai presa in considerazione dagli investigatori. Quell’auto — ne sono stati convinti fin dall’inizio — è stata portata lì dal suo assassino. Da Bilella, addirittura il giorno precedente il delitto. Supposizioni. Sicuramente non dalla Benetti, che per i magistrati non è uscita viva dalla tenuta di Potassa. Dal momento della denuncia di scomparsa sono scattate le ricerche: nella campagna attorno alla tenuta, nelle zone attorno a Gavorrano, Follonica, Massa. Sono stati messi in campo molti militari tra carabinieri ed esercito. Sono intervenuti anche i sommozzatori dei vigili del fuoco a scandagliare laghi e pozzi. Un apporto importante e costante per alcune settimane è stato dato anche dai volontari. Gruppi di uomini e donne che si sono affiancati alle forze dell’ordine. Costituendo pure il gruppo Facebook «Troviamo Francesca».
LE ULTIME ricerche, durante la prima settimana di ottobre sono state compiute nel lago dell’Accesa. Che è poco distante dalla tenuta di Potassa. Impegno che è stato profuso senza limiti, anche a seguito delle indicazioni di alcuni sensitivi. Ma di Francesca non è stata trovata traccia. Chi l’ha uccisa e fatta sparire ha pensato davvero a tutto. Resta, però, ancora il dubbio che Bilella possa avere avuto un complice, almeno nel disfarsi del corpo della donna.
c.r.