La Fabbrica delle etichette

Cortometraggio prodotto dall'Associazione "Olympia De Gouges" di Grosseto in collaborazione con la scuola di recitazione "Calenzano Teatro Formazione".

"Con il cortometraggio “La fabbrica delle etichette” ho voluto portare alla luce il tema degli stereotipi di genere. Concentrandomi su questo aspetto ho immaginato un mondo asettico e distopico dove le persone non venivano alla luce nella maniera più convenzionale, ma al contrario, venivano assemblate in serie in una fabbrica, tutte uguali, differenti solo per il sesso, già predestinate alla loro vita di genere maschile o femminile.
Fortunatamente la vita vera non è così, eppure talvolta ci dimentichiamo che possiamo decidere dei nostri destini senza il bisogno di seguire modelli convenzionali e imparare ad essere semplicemente noi stessi…
Girare questo cortometraggio è stato bellissimo e difficile allo stesso tempo, affrontare un tema del genere senza cadere io stessa nel più banale degli stereotipi non è stato semplice, per fortuna ho avuto il sostegno di una fanatica troupe di giovani professionisti con la quale ho avuto modo di confrontarmi e crescere professionalmente.
Grande entusiasmo è venuto dagli attori della Calenzano Formazione di Firenze, alla loro prima esperienza sul set, si sono distinti lavorando con impegno e passione.
Un ringraziamento particolare infine va all’Associazione Olympia De Gouges di Grosseto che mi ha ispirato nell’affrontare questo bellissimo e controverso argomento."

Cordiali saluti,la regista, Alice Coiro